Leggi questo articolo »

Comments 3 Commenti »

 

Il cane a due teste

Leggi questo articolo »

Comments 1 Commento »

Leggi questo articolo »

Comments Commenti disabilitati

COME MANTENERSI GIOVANI
 

1. Elinima i
numeri che non sono essenziali. Questo include l’età, il peso e l’altezza.
Lascia che siano i medici a preoccuparsene.
 

2. Conserva solo gli  amici divertenti. Quelli depressi tirano verso il basso.
(Ricordatelo se sei uno di quelli depressi!)


3. Impara
sempre:
Impara di più sui computer, sull’arte, sul giardinaggio, o qualsiasi cosa. Non far mai diventare pigro il tuo cervello.
‘Una mente pigra è la casa del Tedesco.’ E il nome del Tedesco è Alzheimer!

4. Apprezza di più le piccole cose


5.
Ridi molte volte, per molto tempo e fragorosamente. Ridi fino a quando non ti manca il fiato.
E se hai un amico che ti fa ridere, passa tanto tanto tempo con lui/lei!


6. Quando
le lacrime appaiono
Prendi, soffri e supera.
L’unica persona che resta con noi per tutta la vita siamo noi stessi. 
VIVI fintanto che sei vivo.

7. Circondati delle cose che ami:
La famiglia, animali, piante, hobbies, o qualsiasi altra cosa.
Il tuo posto è il tuo rifugio.


8. Fai attenzione
alla salute:
Se è buona, mantienila.

Se è instabile, migliorala..
Se non riesci a migliorarla, fatti aiutare.

9. Non farti seghe mentali.E nemmeno rimugina su ciò che avrebbe dovuto essere e che, invece, non è; piuttosto fai un giro al centro commerciale o un viaggio in un paese diverso


10. Dillo
alle persone che ami che le ami in ogni caso e ogni volta che ne hai la possibilità. 

 


SE LA VITA E’ BELLA PERCHE’ NON SORRIDERE SEMPRE?

Leggi questo articolo »

Comments 1 Commento »



 

La vera POLITICA

Leggere fino in fondo quali sono i veri discorsi dei nostri cari politici :

Leggi questo articolo »

Comments Commenti disabilitati

 

Leggi questo articolo »

Comments 1 Commento »

 

Leggi questo articolo »

Comments 1 Commento »

Leggi questo articolo »

Comments 3 Commenti »

In un laboratorio viene condotto un esperimento unico nel suo genere:

un neurone cresciuto in un cervello di una donna viene trapiantato dentro il cervello di un uomo comune.

Il neurone, ripresosi dallo shock del viaggio, arriva nel cervello ospite, si guarda intorno e si rende conto che e’ in un grande spazio vuoto, dove e’ tutto buio e c’e’ un silenzio angosciante.

Preoccupatissimo, chiede timidamente, sottovoce:

‘Ehi… C’e’ qualcuno?’

Silenzio.

Sempre piu’ ansioso e spaventato alza il tono:

‘Iuuhuu! C’e’ nessuno qui?’

Nessuna risposta.

Oramai sull’orlo del panico grida disperato:

‘Ehi! Aiuto! Ma non c’e’ proprio nessuno qua dentro?!? ‘

Nessun segno di vita.

Distrutto e tremante, si accascia al suolo e comincia a piangere.

‘Restero’ solo, qui, per il resto della mia vita… ‘

All’improvviso, un rumore…dei passi… arriva qualcuno… ed e’ un altro neurone!

Emozionantissimo, il poveretto balza in piedi e corre incontro al nuovo arrivo, abbracciandolo commosso.

‘Ehi… calmati, amico mio, calmati. Che fai qui? E perche’ piangi? ‘

‘Io… sono arrivato adesso… pensavo che non ci fosse nessuno e che sarei rimasto solo per sempre… ‘

‘Ma che sciocchezza! Stai parlando di un cervello maschile! Quindi non troverai nessun’altra comunita’ piu’ affollata di neuroni di questa. Noi siamo moltissimi, estremamente attivi e con legami stretti, stretti e fitti, fitti fra tutti noi. ‘

‘Oh… grazie a Dio, che bello! Come sono contento! Ma… allora dove siete tutti? Qui il cranio e’ vuoto. ‘

‘Oh, nulla di strano, e’ sempre cosi’: c’e’ una festa giu’ nel pisello.

Leggi questo articolo »

Comments 2 Commenti »

Leggi questo articolo »

Comments 2 Commenti »